Barzellette
Personaggi Famosi
Indovinelli
Leggi di Murphy
Illusioni Ottiche
Dizionario Divertente

Barzellette Pierino

(0)

barzellette pierino
- Secondo te l'Africa è molto lontana? - chiede un bambino a Pierino.
- No, non molto...
- Ma sei sicuro?
- Certo. Io ho un compagno di classe africano: ha detto che viene dal Congo e tutte le mattine arriva a scuola in bicicletta!

bambini erano stati tutti fotografati, e la maestra stava cercando di convincerli a comprare una copia della foto di gruppo:
- Pensate come sarebbe bello, quando sarete grandi, guardare questa foto e dire: "Questa è Sara, è un avvocato, o questo è Giorgio, è un dottore..."
Pierino con una voce squillante dal fondo della classe gridò:
- ...e questa è la maestra, è morta!!!

Pierino rivolto all'insegnante:
- Maestra, non vorrei spaventarla, ma il mio papà ha detto che se lei continua a darmi dei brutti voti prima o poi qualcuno finisce male!!!

Educazione sessuale a scuola:
- Pierino, che precauzioni si devono prendere in caso di rapporti sessuali con sconosciute?
- Nome e indirizzo falsi, signora maestra!

La maestra Dice a Pierino:
- Se metto nello zaino 5 libri di italiano, 7 di matematica e 2 di storia, quanti libri avrò?
- Abbastanza per rovinarmi le vacanze...

Alzandosi per andare in bagno, Pierino inciampa in un altro spettatore e gli pesta un piede.
Al ritorno gli domanda:
- E' a lei che ho pestato un piede, prima?
- Già! Finalmente ti sei deciso a chiedermi scusa!!!!
- Io veramente volevo esser sicuro di ritrovare il mio posto nella fila...

Pierino e Mario si incontrano per strada e Pierino dice:
- Devo raccontarti una barzelletta.
L'altro risponde:
- Spara!
Pierino inizia a raccontare:
- E' il compleanno di un bambino che compie 10 anni. Il papà gli chiede: "Cosa vuoi per regalo?", e il bambino dice: "Voglio una pallina rosa!". Il padre un po' contrariato risponde: "Ma hai 10 anni come è possibile che vuoi una pallina rosa?!? Ti compro una macchina telecomandata così ti diverti di più!".
L'anno seguente stessa storia: "Che regalo vuoi?" chiede il padre; il bambino "Io voglio una pallina rosa!" e il padre ancora contrariato "Ma hai 11 anni cosa te ne fai di una pallina rosa? Ti compro la Playstation!". L'anno seguente sempre la stessa situazione: "Che regalo vuoi?" - chiede il padre; il bambino "Io voglio una pallina rosa!" e il padre ancora contrariato: "La pallina rosa non te la compro. Ti prendo il trenino elettrico!". E così fino al 17° compleanno. Arriva il giorno del 18° compleanno il padre allora chiede al figlio: "Che regalo vuoi per il tuo diciottesimo compleanno?" e il ragazzo ormai cresciuto risponde: "Papà, io voglio una pallina rosa!". Il padre oramai stufo della solita storia gli dice: "Adesso basta, ti compro la macchina così potrai svagarti e non pensare più alla pallina rosa!".
Così il ragazzo sale sulla macchina ma alla prima curva esce di strada e muore. Il padre afflitto entra in un bar e chiede un cappuccino e un cornetto. Beve il cappuccino, addenta il cornetto e indovina cosa c'era dentro?
Mario risponde:
- La pallina rosa!
E Pierino:
- NO... LA CREMA!!!

Pierino riceve come regalo di Natale un bell'acquario. Il giorno dopo la mamma gli chiede:
- Pierino, hai cambiato l'acqua ai pesci?
- No, non hanno ancora bevuto quella di ieri!

Pierino all'amico Carletto:
- Ho sempre avuto poca fortuna con le ragazze...
- Perché?
- Una volta ho chiamato il 412 per una informazione, e la signorina che ha risposto mi ha chiesto come facevo a sapere il suo numero!!!

- Pierino, dimmi chi era Attila...
- Era un Barbaro, signora maestra!
- Soltanto?
- E le pare poco???

Pierino va a trovare la nonna e porta con se un amico.
Mentre chiacchiera con la nonna, il suo amico gradisce il caffé offertogli e sgranocchia le noccioline che sono in un vassoietto sul tavolo.
Al momento di congedarsi l'amico di Pierino saluta l'anziana nonna:
- E' stata una bellissima giornata, grazie di tutto e soprattutto per le noccioline. Ne ho fatto davvero una scorpacciata!!!
La nonna:
- Ma figurati! Purtroppo, da quando non ho più i denti riesco solo a succhiare la cioccolata che le circonda e le noccioline mi restano sempre...

La mamma dice a Pierino che non vuole andare a letto:
- Pierino, mi sono stancata! Fila a letto!
E Pierino risponde:
- Uffa... ma perchè ogni volta che sei stanca tu devo andare a letto io?

La mamma a Pierino:
- Ma insomma, Pierino, quanto ci metti a mangiare i cornflakes? Sbrigati, forza!
Pierino:
- Non c'è fretta, mamma, qui c'è scritto "Entro Marzo 2006"...

La maestra alla fine della giornata di scuola dice ai suoi alunni:
- Per domani vi do un compito diverso dal solito. Ognuno di voi domani porterà qualcosa di eccitante su cui discutere in classe.
Il giorno dopo i bambini arrivano ognuno con qualcosa di strano e la maestra li interroga ad uno ad uno.
Quando arriva il turno di Pierino questi si presenta con la sua bici. La maestra allora gli chiede:
- Scusa, Pierino, ma non capisco cosa ci sia di eccitante in una bici?
E Pierino:
- Questo non lo so, ma questa mattina mia sorella ha detto che aveva perso uno dei suoi cicli. Allora il papà ha avuto un attacco di cuore, la mamma è svenuta, e il vicino di casa si è sparato!

- Maestra, le posso fare un indovinello?
- Ma certo Pierino dimmi pure...
- Se su una quercia che ha cento rami, per ogni ramo nascono due foglie, quante foglie ci sono in tutto?
- Ma, 200 Pierino...
- E se nascono due ciliege per ogni ramo?
- Sempre 200 Pierino...
- Ok maestra. Ora ascolti bene: se sale un gallo e fa l'uovo, dove cade?
- Pierino ma il gallo non fa l'uovo...
- E perché la quercia fa le ciliege?!?

- Sai, mamma, - dice Pierino- oggi abbiamo imparato tante parole che non conoscevamo!
- Bravi, come avete fatto?
- Abbiamo messo delle puntine sulla sedia del maestro...

Un giorno una signora incontra Pierino seduto sul marciapiede che piange disperatamente e gli chiede:
- Cosa ti succede Pierino?
- Per sbaglio mi sono ingoiato due tubetti di inchiostro.
- Oh! E cosa ti ha consigliato il dottore?
- Mi ha detto di ingoiare un chilo di carta assorbente!!!

- Pierino, fammi un esempio di verbo al presente e di uno all'imperfetto...
- Mio zio e mio cugino.
- Ma cosa stai dicendo?
- Sì... mio zio si chiama Guido e mio cugino Gustavo!

Pierino si rivolge a un bambino più piccolo:
- Hai buoni denti?
- Purtroppo no...
- Perfetto. Allora tienimi il croccante mentre faccio questa partita a pallone!

Una signora è a passeggio col figlio. Incontrano una vicina, molto giovane e prosperosa.
- Pierino, dai un bacino alla signora!
- No, mamma...
- Pierino, è un ordine!
- No, mamma...
- Ma insomma, perché non vuoi baciare la signora?
- Perché ci ha provato ieri papà, e si è preso due sberle!

Pierino torna a casa dopo gli esami di quinta elementare e dice alla mamma:
- Sai, è stata molto gentile la maestra, prima di andare via mi ha chiesto se avevo dei fratelli...
La mamma gli chiede:
- E che cosa ha detto quando le hai risposto che eri figlio unico?
- Ha detto: "Grazie al cielo!!!"

Pierino dice al papà:
- Papà, papà... sai firmare ad occhi chiusi?
- Certo Pierino! - risponde fiero di se stesso il papà.
E Pierino:
- Allora chiudi gli occhi e firma la pagella!

La maestra si accorge che un ragazzino dell'ultima fila sta dormendo.
- Tu, là in fondo - dice a Pierino - Sveglia il tuo amico!
- Eh no, signora maestra. Lei l'ha fatto addormentare, lei lo deve svegliare!

Pierino, non sapendo svolgere il tema d'esame, pensa di fare lo spiritoso e consegna il compito con queste parole scritte: "Dio solo conosce la risposta. Buona giornata!"
Otto giorni dopo riceve la risposta: "Dio è stato promosso e tu no. Buon anno!"

La maestra chiede a Pierino:
- Dimmi tre animali con il pelo!
Pierino risponde:
- Il gatto, il cane e... il treno!
La maestra:
- Ma che c'entra il treno?
- Mio padre dice che prende sempre il treno per un pelo!!!

Pierino torna a casa con una pagella da schifo. Il padre, furioso:
- Qui ci vuole una bella strigliata!!!
E Pierino:
- Hai ragione, papà, ti do subito l'indirizzo del maestro!

Pierino torna a casa e corre dal papà.
- Papà, papà, per la strada ho visto due matti!
- E come hai fatto a capire che erano matti?
- Bè, uno gettava via dei biglietti da centomila lire...
- E l'altro?
- Li raccoglieva e glieli restituiva.

A scuola:
- Pierino mi sai dire un giorno della settimana che inizia con la "D"?
- Certo signor maestro: "IERI"!
- Ma ieri non inizia con la "D"!
- Come no? Ieri non era Domenica???

Pierino corre disperato dalla madre:
- Mamma, Mamma corri Papà è sulla finestra, si vuole buttare giù!
E la madre:
- Che imbecille... gli ho detto che gli ho fatto le corna, mica le ali!!!

Lascia un commento